Aiutaci a migliorare Ti è stata utile la consultazione di questa pagina?
ico-moltoico-pocoico-nulla
Segnalazioni INVIA UNA SEGNALAZIONE O UN SUGGERIMENTO

Radioterapia Oncologica

La TomoTherapy presenta dei vantaggi rispetto alle unità di terapia comunemente utilizzate per la cura dei tumori. Il trattamento è somministrato attraverso un elevato numero di rotazione del fascio radiante, scomposto in migliaia di piccoli fascetti ciascuno di diversa intensità, e attraverso la traslazione del lettino sul quale è posizionato il paziente, ottenendo così una altissima precisione nella somministrazione della dose. Per queste caratteristiche la Tomoterapia trova indicazione quando sono richieste dosi elevate per la cura di tumori posti in vicinanza di organi critici, a livello dei quali potrebbero manifestarsi danni permanenti.

Altro vantaggio della Tomoterapia è quello di ottenere campi lunghi fino a 160 cm, mentre il campo massimo di un trattamento di radioterapia con acceleratore lineare è 40cm. Avere i campi di irradiazione lunghi evita i problemi legati alla giunzione dio campi contigui. Questa possibilità è particolarmente utile quando si devono effettuare irradiazioni cranio-spinali, o la total marrow irradiazione, una tecnica impiegata nel condizionamento al trapianto di midollo osseo. Utile è anche la possibilità di trattare in un'unica seduta più di un bersaglio tumorale, come ad esempio più lesioni metastatiche che possono ricevere dosi di radiazionim significativamente elevate, riducendo il numero delle sedute radioterapiche necessatrie per completare il trattamento.

L'Azienda Ospedaliera di Perugia si avvale della presenza della PET-TAC e della risonanza magnetica 3Tesla , le cui immagini vengono utilizzate in radioterapia oncologica prevalentemente per la definizione  di volumi localizzati a livello del sistema nervoso centrale, mentre le immagini della PET-TAC sono in genere impiegata per la pianificazione del trattamento radiante in pazienti con neoplasie polmonari o del distretto testa-collo.