Aiutaci a migliorare Ti è stata utile la consultazione di questa pagina?
ico-moltoico-pocoico-nulla
Segnalazioni INVIA UNA SEGNALAZIONE O UN SUGGERIMENTO

Soggetti legittimati alla richiesta

a) intestatario della documentazione sanitaria;

b) persona delegata dall’intestatario o da altro avente diritto;

c) genitore che esercita patria potestà;

d) tutore dell’intestatario interdetto o incapace o di minore privo di genitori esercenti la potestà;

e) curatore di intestatario inabilitato o di minore emancipato;

f) amministratore di sostegno;

g) eredi legittimi e testamentari dell’intestatario: qualora abbiano un interesse proprio (personale e concreto per la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti, art. 22, L 241/90; art. 2, D.P.R. 27/6/92 n. 352) o agiscano a tutela dell’interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione (art. 9, D.lgs 196/03);

h) Autorità Giudiziaria, Polizia Giudiziaria (su delega dell’A.G.), Consulenti
Tecnici d’Ufficio o Periti d’Ufficio;

i) soggetti pubblici, tra cui Inail, ai sensi dell’ex art. 94 e 95, DPR 30.06.65, n. 1124 e art. 5 Ministro Sanità, 15.3.96, Inps, Inpdap, Comune, Provincia, Regione, Ministeri ecc., nei limiti strettamente pertinenti agli obblighi, ai compiti ed alle finalità da perseguire che devono essere espressamente indicate nella richiesta (in particolare in materia di igiene e sanità pubblica, di prevenzione delle malattie professionali e degli infortuni, di diagnosi e cura ivi compresi i trapianti di organi e tessuti, di riabilitazione degli stati di invalidità e di inabilità fisica, di profilassi delle malattie infettive e diffusive, di tutela della salute mentale, di assistenza farmaceutica e di assistenza sanitaria alle attività sportive);

l) Enti di Patronato, muniti di delega dell’intestatario o dell’avente diritto;

m) Struttura sanitaria (pubblica, convenzionata o privata accreditata) presso la quale l’intestatario si trova al momento ricoverato, in caso di finalità assistenziali espressamente indicate dal sanitario curante e/o da un sanitario della struttura;

n) Strutture socio-assistenziali, di recupero o di accoglienza presso cui dimora l’interessato: in caso di “impossibilità fisica, incapacità di agire o incapacità di intendere e di volere dell’interessato, quando non è possibile acquisire il consenso da chi esercita legalmente la potestà, ovvero da un prossimo congiunto, da un familiare, da un convivente o in loro assenza dal responsabile della struttura presso cui dimora l’interessato” (art. 82, co 2, D. Lgs 30/06/03 n. 196), che devono essere espressamente indicate dal sanitario curante e/o della struttura;

o) particolari soggetti privati che:

1) necessitano “di far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria ai sensi dell’art. 26, comma 4 lettera c), di rango pari a quello dell’interessato, ovvero consistente in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale e inviolabile”, ai sensi dell’art. 92, punto

a) del D. Lgs 30.06.03, n.196; sono compresi in tale categoria i difensori legali (anche a mezzo di sostituti e di consulenti tecnici) e gli investigatori privati, in conformità a quanto previsto dal Codice di Procedura Penale in materia di indagini difensive (art. 391-quater) e della L 397/2000. Gli investigatori privati non possono però intraprendere di loro iniziativa investigazioni, ricerche o altre forme di raccolta di dati, ma devono essere muniti di apposito incarico conferito per iscritto, anche da un difensore, per esclusive finalità di cui al punto a) dell’art. 92 del D. Lgs 30.06.03, n. 196;

2) necessitano “di tutelare, in conformità alla disciplina sull’accesso ai documenti amministrativi, una situazione giuridicamente rilevante di rango pari a quello dell’interessato, ovvero consistente in un diritto della personalità o in un altro diritto o libertà fondamentale e inviolabile” (art. 92, punto a) D. Lgs 30.06.03, n.196, art. 22, L 241/90).

- See more at: http://ospedaleperugia2013.c2i.it/pagine/soggetti-legittimati-alla-richiesta#sthash.4lPetMHc.dpuf